Autore Topic: Considerazioni su GDP (Grounded Double-Play)  (Letto 2543 volte)

Taxi_babbo

  • Ufficiali
  • Nuovo arrivato
  • **
  • Post: 27
  • Karma: 1
Considerazioni su GDP (Grounded Double-Play)
« il: 17 Febbraio 2012, 12:08:19 »

Vorrei esporre alcune considerazioni sulla statistica GDP che ho fatto e sulle quali mi piacerebbe, da novizio, avere un confronto con gli esperti, per individuare i punti deboli del mio ragionamento.

Credo di poter affermare che:
1) la GDP è una statistica che risponde alla richiesta dell’Art.10.02.a.(17) dove si richiede al classificatore di annotare per ciascun battitore il “Numero delle battute in doppio gioco forzato e doppio gioco rovescio”.
2) gli aggiornamenti del manuale del classificatore 2011 alla pagina 53 indicano le condizioni necessarie per l’attribuzione di un GDP: a) meno di due eliminati, b) almeno un corridore forzato, c) rimbalzante in campo interno, d) almeno due eliminazioni forzate. Poi specificano che “Nessun errore deve essere commesso”.
3) “doppio gioco” viene definito quando “due o tre giocatori sono posti out tra il momento del rilascio del lancio e il momento in cui la palla successivamente diventa morta o è di nuovo in possesso del lanciatore in posizione di lancio, a meno che fra gli eliminati non intervenga un errore o uno sbaglio.”

Leggendo il regolamento fornisco le seguenti risposte alla domanda: “Quali sono gli errori che possono essere commessi durante un possibile GDP?”
1) Errore di presa sulla battuta. Ovvie conseguenze e nessun commento. P.es. E5
2) Errore di tiro o presa del tiro sul primo tentativo di eliminazione . Anche qui ovvie conseguenze e nessun commento. P.es. E5T oppure 5E4.
3) Errore di tiro dopo la prima eliminazione. L’errore viene esentato secondo l’Art.10.12.d.(3). P.es. 54 sul corridore e O5 sul battitore.
4) Errore di presa durante il tentativo di seconda eliminazione. Il commento all’Art.10.12.d.(3) è chiarissimo: “quando un difensore manca una palla tirata che, se presa, avrebbe completato un doppio o triplo gioco, il classificatore ufficiale addebiterà un errore al difensore che manca la palla ed accrediterà un’assistenza al difensore che ha fatto il tiro”. Quindi si deve dare un errore e dovrò indicare 54 per il corridore e 4E3 per il battitore.
La conclusione che traccio è che “nel doppio gioco l’errore di tiro intermedio (che viene esentato) ha valenza diversa dall’errore di presa finale”.

Noto inoltre che l’Art.10.04.(b) definisce che il punto non è battuto a casa se realizzato durante l’occorrenza di un doppio gioco forzato, ma non è RBI anche nel caso il doppio gioco non avvenga perché violato dall’errore finale di presa. Quindi concludo che anche in questo caso l’errore di presa finale viene considerato come se non fosse avvenuto ai fini dell’attribuzione del RBI e che la giocata si è conclusa come se il doppio gioco ci fosse stato.

A questo punto mi sorge spontaneo un dubbio: ma se il regolamento in diversi punti considera diversamente l’errore di presa finale del doppio gioco (fa attribuire un errore che altrimenti sarebbe esentato, inficia l’attribuzione di un RBI) perché questo errore invece rompe il GDP? Non vi pare una prescrizione, alla quale ubbidire naturalmente, ma che non coglie in pieno il senso del regolamento? E' vero che se interpretiamo in modo rigorosissimo la definizione di doppio gioco esso viene interrotto se "interviene un errore o uno sbaglio". Ma tutti i tipi di errori? Anche quelli che sono trattati diversamente in altre parti del regolamento? Anche vista in modo meno regolamentare e con il senso comune non vi sembra che non sia giusto che una statistica comunque negativa per il battitore debba essere determinata dal comportamento del difensore all’ultimo atto (la presa finale) che avrebbe assegnato quella statistica?

Vi ringrazio in anticipo se vorrete rispondere e perdonate le possibili imprecisioni o gli sbagli del novizio, preso solo da curiosità e passione.

Roberto

beccio29

  • Utente
  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 14
  • Karma: 0
Re: Considerazioni su GDP (Grounded Double-Play)
« Risposta #1 il: 24 Febbraio 2012, 08:09:15 »
provo a dirti la mia nell'attesa degli esperti

nel tuo ragionamento hai dimenticato di inserire lo " sforzo ordinario ", è chiaro che un tentativo di GDP difficilmente può essere considerato tale e quindi l'errore di tiro viene esentato  giusto perchè il/i difensori hanno già fatto un out difficile, di conseguenza su quello di presa la difesa ha già fatto un eliminato scopo primario e la sucessiva azione viene considerata come una battuta senza corridore forzato
per l' RBI mi sembra palese che l'aspetto negativo dei 2 eliminati abbia prevalenza sul punto segnato