home page
Attività Storia Documenti

STORIA DEL COMITATO NAZIONALE CLASSIFICATORI
Prima
del 1953
I classificatori avevano svolto attività singolarmente nelle varie città dove si svolgevano gare di Baseball.
1953
Il 12 aprile a Bologna, alcuni classificatori si costituirono in gruppo organizzato formando la "Associazione Nazionale Classificatori Ufficiali".
I classificatori che per primi hanno fatto parte di questa Associazione erano 18: Giuseppe Bilancioni, Pierfrancesco Gentili e Joe Casimiro Lubas di Roma; Giulio Lippi di Frascati; Luigi Campo, Jole De Luca Galeone e Franco Pagliarini di Milano; Lamberto Lenzi, Giorgio Nanni, Giuliana Padoan Nanni e Vera Varignana di Bologna; Edda Caris e Silvia Masotti di Trieste; Antonio Cocco di Torino; Ferruccio Botto di Genova; Giancarlo Bulleri di Livorno; Giampiero Bosi di Lucca e Sergio Sersante di Verona.
1956
L'11 febbraio la "Associazione Nazionale Classificatori Ufficiali" diventa un Organo della Federazione Italiana Palla Base (denominazione della attuale Federazione Italiana Baseball Softball) con la denominazione di "Comitato Nazionale Classificatori" ed il primo Consiglio Direttivo è presieduto da Luigi Campo di Milano.
1963
Viene stampato il primo manuale dei Classificatori.
1969
Giorgio Nanni è nominato Commissario del Comitato.
1970
Arbitri e classificatori vengono riuniti sotto un unico comitato denominato "Comitato Nazionale Ufficiali di Gara" composto da un Presidente Gian Luigi Prati di Genova, da due componenti arbitri Aldo Chichi di Roma ed Umberto Guerra di Milano e da due componenti classificatori Corino Castellani di Parma ed Egidio Bregani di Milano.
1975
Il Comitato è composto da un Commissario Aldo Chichi di Roma, da due Vice Commissari: un arbitro Enrico Carlini di Genova ed un classificatore Corino Castellani di Parma e da un Segretario Claudio Grimoldi di Roma.
1979
Il C.N.U.G. viene diviso in due Comitati: il "Comitato Nazionale Arbitri" presieduto da Alfredo Riva di Bologna ed il "Comitato Nazionale Classificatori" presieduto da Giampaolo Reiter di Trieste.
1985
Vengono istituiti e gestiti dal "Comitato Nazionale Classificatori" i Centri Raccolta Dati dei Risultati e delle Statistiche relativi alle serie maggiori di Baseball e di Softball ed il lavoro viene gestito con i mezzi tecnologici messi a disposizione dalla F.I.B.S.. In tale modo viene fornito un supporto in tempo reale ai mezzi di comunicazione. Si inizia l'informatizzazione dell'Archivio Storico della Nazionale Senior di Baseball e delle schede vita dei giocatori che hanno partecipato al massimo Campionato di Baseball
1988
Viene costituita ufficialmente la prima Commissione Tecnica e viene redatto un "Manuale del Classificatore" che, negli anni successivi, diventerà il sistema di classificare sia in ambito Europeo che in quello Internazionale.
1992
A Barcellona il Baseball diventa ufficialmente sport olimpico e da quel momento le gare sono classificate con il sistema usato in Italia e con classificatori preparati da istruttori italiani.
1998
Viene redatto il "Manuale dell'Istruttore". Si inizia l'informatizzazione dell'Archivio Storico della Nazionale Senior di Softball e delle schede vita delle giocatrici che hanno partecipato al massimo Campionato di Softball
2000
Viene redatta una edizione aggiornata del "Manuale del Classificatore".
2006
Anna Maria Paini di Parma diventa Presidente del "Comitato Nazionale Classificatori".
2006
L'informatizzazione del "Comitato Nazionale Classificatori" compie un deciso balzo in avanti con l'adozione di un nuovo programma statistico e con le prime partite "live" su Internet.
2007
Si tiene a Verona la Prima Convention Nazionale dei Classificatori Italiani; da quel momento in poi si terrà con cadenza annuale fino al presente.
2008
Le radicali modifiche al Regolamento Baseball conducono a tutta una serie di innovazioni e modifiche al "Manuale del Classificatore", che si protrarranno fino al 2012.
2010
Viene sviluppato il primo "Corso Multimediale per Classificatori"; negli anni crescerà fino a diventare l'embrione degli odierni corsi di istruzione online.
2015
Vengono tenuti i primi corsi online, che permetteranno una forte capillarizzazione della formazione sul territorio.
2020
In seguito all'emergenza COVID-19 vengono tenuti i primi workshop monografici su Internet, che verranno esportati anche a livello globale sotto l'egida della WBSC. Viene inoltre testato il nuovo programma statistico web-based che porterà alla gestione live delle partite.